La Diocesi di Nusco

L’erezione della diocesi di Nusco si deve all'opera congiunta di Roberto il Guiscardo e dell'Arcivescovo di Salerno Alfano 1, che consacrò primo vescovo l'arciprete della cittadina, Amato. Questo avvenne non prima del 1076. La circoscrizione della nuova diocesi coincise con il territorio del Gastaldato Longobardo di Montella che comprendeva, per l'appunto, i territori di Montella, Bagnoli, Cassano e Nusco. L'opera pastorale di S. Amato fu notevole e grande fu la sua carità che gli permise di salire le vette della santità. Nel 1818 alla diocesi di Nusco fu aggregato anche il territorio della vicina diocesi di Montemarano (con i centri di Montemarano, Castelfranci, Castelvetere e Volturara). Di questa sede vescovile, la prima menzione certa si ha in un documento concesso all'Arcivescovo di Benevento dal Papa Stefano IX il 24 gennaio 1058 in cui, per l'appunto, Monte- marano viene elencata tra le sedi suffraganee del Metropolita beneventano. Il più illustre dei suoi pastori fu il santo Vescovo Giovanni (1084 1095), patrono tutt'oggi amatissimo della locale comunità.