Compsa

L’antica Compsa sorgeva su una collina posta a 608 m., sulla riva destra dell’Ofanto, sulla quale si innalzava la rocca, la quale, come lasciano intendere rovine di mura e di edifici, avanzi di tombe, marmi, iscrizioni, bronzi, terrecotte, monete della Repubblica, dell’Impero Romano e nomi di tempi distrutti, doveva espandersi intorno alla collina da levante a ponente, estendendosi fino alla contrada Serre e Piano delle Briglie ed oltre il torrente - chiamato, con eufemismo, il Vallone, - nel quale, secondo la tradizione, sboccava la fogna della città, e forse anche oltre l’Ofanto in cui il suddetto torrente si getta.